Bill Bonner e il collasso del credito


Vai a pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3039
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 10:09    Oggetto:   

HappyCactus ha scritto:


Ad ogni modo, l'idea di Bill Bonner è esatta, se si trascura il fatto che in qualche modo le banche centrali si attiverebbero per salvare il salvabile, stampando moneta a rotta di collo. Non è detto che questo intervento risolva la situazione, ma potrebbe aiutare a "smussare" la crisi sistemica, spalmandola nel tempo e prolungandola. Ma come dicevo, nessuno sa cosa succederebbe.

Smile


Effettivamente questo lo diceva anche lui, anche se dubitava sul successo del tentativo di salvataggio. Probabilmente la Crisi del 29 sarebbe durata due o tre anni, senza il New Deal, che l'ha spalmata in un lasso di tempo di oltre vent'anni e la ripresa è cominciata solo dopo la II Guerra Mondiale.
Se il "salvataggio" dovesse avere successo, si andrà verso uno scenario dove il ceto medio si impoverisce sempre più mentre le elites si arricchiscono a dismisura. Città sempre più degradate che assomigliano a favelas con acropoli blindate e super protette per i pochi straricchi e il personale di supporto.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3108
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 11:05    Oggetto:   

Secondo Gail Tverberg quello che tiene a galla il sistema sono i salari del ceto medio (oltre alla disponibilità di energia a buon mercato). Col suo (nostro) impoverimento non vedo come l'élite potrà reggere a lungo, anche perché ci saranno sommosse dovunque.
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3039
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 11:17    Oggetto:   

Paolo7 ha scritto:
Secondo Gail Tverberg quello che tiene a galla il sistema sono i salari del ceto medio (oltre alla disponibilità di energia a buon mercato). Col suo (nostro) impoverimento non vedo come l'élite potrà reggere a lungo, anche perché ci saranno sommosse dovunque.

E' il discorso della rana nella pentola: se metti la rana nell'acqua bollente salta subito fuori e scappa, ma se le metti nell'acqua fredda e accendi il fuoco, l'acqua si riscalda piano piano e la rana muore senza accorgersene. Cominciano con le tasse sulle case, il valore degli immobili scende, le tasse aumentano e alla fine il ceto medio si ritrova a pagare l'affitto allo stato per poter vivere a casa propria. Tutto questo avverrà però gradualmente, nell'arco d'una ventina d'anni e nessun politico guarda così lontano.
Paolo7
Horus Horus
Messaggi: 3108
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 12:14    Oggetto:   

Resta da vedere se ci sarà un declino graduale, come quello che descrivi, o un crollo brusco e improvviso, di qui a non molto. Come mettere la rana nel microonde...
Davide Siccardi
Horus Horus
Messaggi: 5487
MessaggioInviato: Mar 25 Apr, 2017 20:13    Oggetto:   

Paolo7 ha scritto:
Secondo Gail Tverberg quello che tiene a galla il sistema sono i salari del ceto medio (oltre alla disponibilità di energia a buon mercato). Col suo (nostro) impoverimento non vedo come l'élite potrà reggere a lungo, anche perché ci saranno sommosse dovunque.

Le elite non sono un problema: il problema e' il carrozzone che si tirano dietro e per inciso e' quello a rimanere senza coperta se la si tira all' improvviso.
HappyCactus
Horus Horus
Messaggi: 4907
Località: Verona
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 09:27    Oggetto:   

Quaoar ha scritto:
 HappyCactus ha scritto:


Ad ogni modo, l'idea di Bill Bonner è esatta, se si trascura il fatto che in qualche modo le banche centrali si attiverebbero per salvare il salvabile, stampando moneta a rotta di collo. Non è detto che questo intervento risolva la situazione, ma potrebbe aiutare a "smussare" la crisi sistemica, spalmandola nel tempo e prolungandola. Ma come dicevo, nessuno sa cosa succederebbe.

Smile


Effettivamente questo lo diceva anche lui, anche se dubitava sul successo del tentativo di salvataggio. Probabilmente la Crisi del 29 sarebbe durata due o tre anni, senza il New Deal, che l'ha spalmata in un lasso di tempo di oltre vent'anni e la ripresa è cominciata solo dopo la II Guerra Mondiale.

Si, è una lettura che effettivamente è corretta. Era anche l'obiezione di Hayek, anche se nessuno ha la sfera di cristallo non potendo replicare l'esperimento in condizioni controllate. Di fatto però la lettura era quella.
Gli anni 30 furono dominati da una ripresa debole e finanziata da lavori pubblici fatti a deficit. Non sapremo mai se la cura avrebbe portato frutti, poiché fu interrotta dallo scoppio della seconda guerra mondiale. Essa portò ad un'enorme distruzioni di ricchezza che fu la base della ripresa robusta degli anni 50. Keynes sottolineò che la guerra era esattamente quello che ci voleva per la ripresa, poiché le spese militari erano spese a deficit e ineccepibili (chi si opporrebbe mai?), che portarono alla piena occupazione. Alla fine della guerra la disoccupazione minacciò di riprendere a galoppare, e pertanto negli anni 50 e 60 si accompagnarono ingenti spese pubbliche nei settori della ricostruzione e della difesa. Quegli anni furono un periodo di robusta crescita se pur interrotta da 3 mini-recessioni a fine anni 50. Poi vi fu la guerra del Vietnam, la crisi energetica e la fine del keynesianesimo.
Come detto, è difficile dare un giudizio oggettivo (non ideologizzato / non fondato su una teoria) alle politiche economiche di quegli anni, in quanto vi furono diversi fattori "esogeni" che possono essere letti in senso positivo o negativo a seconda di quale teoria si vuole sposare. 
Sta di fatto che tutti i periodi di espansione della spesa pubblica (e conseguente crescita) sono stati sempre seguiti da recessioni quando si è tentato di ridurre la spesa pubblica. La lettura più ovvia che però i sostenitori delle politiche di spesa pubblica non accettano, è che la spesa sussidiata crea settori non competitivi che non si possono autosostenere in quanto antieconomici, e pertanto, come la cocaina, danno una dipendenza che è la premessa dell'immediata e pesante crisi successiva.
Citazione:
Se il "salvataggio" dovesse avere successo, si andrà verso uno scenario dove il ceto medio si impoverisce sempre più mentre le elites si arricchiscono a dismisura. Città sempre più degradate che assomigliano a favelas con acropoli blindate e super protette per i pochi straricchi e il personale di supporto.


Bah. Io la chiamo la teoria dell'Elysium, ma ci credo molto poco. Credo invece che questo genere di crisi portano inevitabilmente all'espansione dell'intervento dello stato nell'economia, e dunque ad una società sempre più divisa non tra ricchi e poveri, ma tra parassiti e lavoratori, esattamente com'è in Italia oggi. Dove abbiamo tanti gruppi economici che si contendono le briciole (piccole aziende, l.p.) lasciate da settori iper-sussidiati ed iper-protetti vicini allo stato e alla politica (p.a., politica, aziende para-statali, pensionati).

Certo, l'immagine delle favelas è più colorita, se Bonner avesse descritto invece l'Italia non farebbe così colpo nell'immaginario del lettore.
Tobanis
Antinano Antinano
Messaggi: 14622
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 10:13    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:
Quaoar ha scritto:

Comunque, a meno di non disporre d'una sterminata mano d'opera, ci vuole sempre il carburante per il trattore, i pezzi di ricambio, i fertilizzanti, oltre alle conoscenze necessarie. L'agricoltura bisogna conoscerla.

ah ah ah
ricordatevi che l' orto vuole l' uomo morto, che il tempo non consente una decente sussistenza, che il terreno non e' a disposizione di tutti, che la produzione di massa di vegetali i varieta' richiede tutte le cose di cui parli ed anche di piu' (pensa ai paesi con valori del terreno completamente sballati), ...
Insomma la zappa e' uno schifo, abbiate fede!

Io col calendario di Barbanera sono già a posto.
Quaoar
Horus Horus
Messaggi: 3039
Località: Fascia di Kuiper, 6 miliardi di km dal Sole
MessaggioInviato: Mer 26 Apr, 2017 11:23    Oggetto:   

Davide Siccardi ha scritto:

Insomma la zappa e' uno schifo, abbiate fede!


Non a caso, gli agricoltori sono dei gran bestemmiatori

https://www.youtube.com/watch?v=szyjymc8M-s
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Off Topic Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum