Suggerimenti per un romanzi di fantascienza


Autore Messaggio
Tovarish Joedič
Agguantatore a strisce
Messaggi: 12
MessaggioInviato: Dom 05 Dic, 2010 01:49    Oggetto: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   


Ciao a tutti!
Ho scritto un capitolo di un romanzo e quando l'ho fatto leggere al mio prof. di lettere mi ha detto che è sostanzialmente buono ma oltre all'eccesso di aggettivi "le azioni erano spezzate".
Cosa si intende più precisamente e come potrei fare per evitare ciò?
Per essere più preciso cito questo passo:

Citazione:
A un certo punto Vasilij con decisione premette il grilletto e sparò una prima lunga raffica che penetrò gli scudi e una seconda che successivamente con pochissimi colpi ben piazzati danneggiò irrimediabilmente lo scafo del caccia che finì col precipitare vorticosamente in fiamme;

A detta del mio prof. l'azione viene interrotta.
Oltre a ciò avrei bisogno di qualche suggerimento per lo sviluppo e la descrizione delle battaglie, anche perché è proprio qui che secondo me si spezza l'azione e soprattutto si rischia di cadere nel ripetitivo.
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Dom 05 Dic, 2010 04:12    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

Tovarish Joedič ha scritto:

Ciao a tutti!
Ho scritto un capitolo di un romanzo e quando l'ho fatto leggere al mio prof. di lettere mi ha detto che è sostanzialmente buono ma oltre all'eccesso di aggettivi "le azioni erano spezzate".
Cosa si intende più precisamente e come potrei fare per evitare ciò?


Nell'esempio che hai citato devi solo descrivere cosa succede tra la prima e la seconda raffica o almeno darne un idea vaga al lettore.
Quel "successivamente" non basta e peggio ancora spezza l'azione.

Per lo sviluppo e la descrizione delle battaglie devi avere un modello coerente di come esse si svolgono e non violare tale modello (anche perchè la cosa aiuta a rendere avvincente la storia).
Alcuni scrittori si scrivono appunti che col tempo diventano dei veri e propri "manuali tecnici" su cosa si può fare (e come), cosa non si può fare (e perchè) e cosa va lasciato sul vago per sviluppi futuri della trama.
Poi aiuta molto procedere secondo analogie con modi di combattere "veri".
Ad esempio, in base al sistema di propulsione ed alle caratteristiche delle armi spesso una battaglia aerea rispetta le stesse regole e leggi fisiche che valevano anche per i biplani della Prima Guerra Mondiale (con velocità, rateri di virata ed armi diverse ma seguendo le stesse regole di base dovute a vincoli fisici).
Per le battaglie spaziali le analogie utilizzate più spesso sono invece quelle delle battaglie tra navi da guerra (per una lunga serie di ragioni che non sto qui ad elencarti, visto che dipende dal "modello di riferimento" fissato dall'autore).

Purtroppo per il lato "battaglie" fantascientifiche in italiano si trova poco, per la roba buona devi leggere libri attualmente pubblicati solo in inglese o in altre lingue italiano escluso.
Tovarish Joedič
Agguantatore a strisce
Messaggi: 12
MessaggioInviato: Lun 06 Dic, 2010 23:19    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

L.MCH ha scritto:
Nell'esempio che hai citato devi solo descrivere cosa succede tra la prima e la seconda raffica o almeno darne un idea vaga al lettore.
Quel "successivamente" non basta e peggio ancora spezza l'azione.

In che modo? Puoi farmi un esempio?
L.MCH ha scritto:
Per lo sviluppo e la descrizione delle battaglie devi avere un modello coerente di come esse si svolgono e non violare tale modello (anche perchè la cosa aiuta a rendere avvincente la storia).
Alcuni scrittori si scrivono appunti che col tempo diventano dei veri e propri "manuali tecnici" su cosa si può fare (e come), cosa non si può fare (e perchè) e cosa va lasciato sul vago per sviluppi futuri della trama.

Parli di sviluppare una sorta di modello di come nel mio "universo" si svolgono le battaglie spaziali ed eventualmente dire cosa e perché si può e non si può fare?
L.MCH ha scritto:
Poi aiuta molto procedere secondo analogie con modi di combattere "veri".
Ad esempio, in base al sistema di propulsione ed alle caratteristiche delle armi spesso una battaglia aerea rispetta le stesse regole e leggi fisiche che valevano anche per i biplani della Prima Guerra Mondiale (con velocità, rateri di virata ed armi diverse ma seguendo le stesse regole di base dovute a vincoli fisici).
Per le battaglie spaziali le analogie utilizzate più spesso sono invece quelle delle battaglie tra navi da guerra (per una lunga serie di ragioni che non sto qui ad elencarti, visto che dipende dal "modello di riferimento" fissato dall'autore).

Sostanzialmente vorrei essere il più fedele possibile alla realtà: ergo nello spazio per sarà possibile compiere quasi ogni tipo di manovra, a prescindere dalla grandezza della nave o del caccia.
Più che altro ero incerto se far usare alle navi terresti missili o cannoni railgun: i primi sono facilmente intercettabili da un comune laser e poco potenti, ma al giorno d'oggi sono l'aramento principale delle navi (non spaziali, ovvio); i secondo possono con un sol colpo passare una nave da parte a parte e forse sono troppo potenti.

L.MCH ha scritto:
Purtroppo per il lato "battaglie" fantascientifiche in italiano si trova poco, per la roba buona devi leggere libri attualmente pubblicati solo in inglese o in altre lingue italiano escluso.

Cosa pensi dei romanzi di Guerre Stellari?
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Ven 10 Dic, 2010 21:47    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

Tovarish Joedič ha scritto:

In che modo? Puoi farmi un esempio?


Hai presente un interruzione pubblicitaria in un film d'azione ? Wink
Stavi descrivendo l'azione fino alla prima raffica, ma poi quel "successivamente" rompe l'azione senza nemmeno suggerire cosa è successo nel frattempo.
Magari tu la scena la vedi "completa e senza interruzioni" mentre la immagini, ma uno che non ti legge nel pensiero si ritrova ad inciampare in quel "successivamente" che "crea un vuoto nell'azione".
Ad esempio potevi scrivere "il bersaglio cercò di salvarsi con una serie di manovre evasive, ma il sistema di puntamento continuava a tracciarlo senza tregua e quanto riuscì ad agganciarlo nuovamente, la seconda raffica ...".

Tovarish Joedič ha scritto:

L.MCH ha scritto:
Per lo sviluppo e la descrizione delle battaglie devi avere un modello coerente di come esse si svolgono e non violare tale modello (anche perchè la cosa aiuta a rendere avvincente la storia).
Alcuni scrittori si scrivono appunti che col tempo diventano dei veri e propri "manuali tecnici" su cosa si può fare (e come), cosa non si può fare (e perchè) e cosa va lasciato sul vago per sviluppi futuri della trama.

Parli di sviluppare una sorta di modello di come nel mio "universo" si svolgono le battaglie spaziali ed eventualmente dire cosa e perché si può e non si può fare?


Non è necessario dirlo esplicitamente (il lettore lo capisce piano piano mentre procede con la lettura del libro e della serie), gli scrittori più bravi riescono anche ad inserire spiegazioni "tecniche" nel mezzo di un azione
senza interromperla, ma non è da tutti.
L'importante è aver ben chiaro di cosa si sta parlando e cosa si sta descrivendo, in modo da non contraddirsi durante il racconto.

Tovarish Joedič ha scritto:

Sostanzialmente vorrei essere il più fedele possibile alla realtà: ergo nello spazio per sarà possibile compiere quasi ogni tipo di manovra, a prescindere dalla grandezza della nave o del caccia.


Mi sa che la signora Massa ed il signor Accelerazione non sono d'accordo. Wink
Hai presente la storia di quel tipo che fu schiacciato da un vagone ferroviario che si muoveva alla velocità di 1cm al secondo ?

Comunque se fai conoscenza con quei due ed altri loro amici ti verranno parecchie idee su come scrivere scene avvincenti. Smile

Ad esempio, un astronave di quelle massicce anche se ha propulsori potentissimi non può fare certe manovre perchè altrimenti rischia di spezzarsi in due per stress strutturale.
Se poi ci sono limiti sulla potenza massima, invevitabilmente le unità più "leggere" possono accelerare/decelerare più rapidamente ed essere più manovrabili, ecc. ecc.

Tovarish Joedič ha scritto:


Più che altro ero incerto se far usare alle navi terresti missili o cannoni railgun: i primi sono facilmente intercettabili da un comune laser e poco potenti, ma al giorno d'oggi sono l'aramento principale delle navi (non spaziali, ovvio); i secondo possono con un sol colpo passare una nave da parte a parte e forse sono troppo potenti.



Ti consiglio di ripensare bene alla fisica ed alla tecnologia degli armamenti.
Non è vero che un laser può "intercettare facilmente" un missile, se ci fai caso i sistemi laser attualmente in uso sono pensati contro missili balistici (che per la loro stessa natura seguono traiettorie balistiche, quindi più facili da "prevedere/agganciare") o per la difesa di punto (ovvero per abbattere roba diretta verso la nave dove sono installati).
Poi i railgun hanno pure loro alcuni problemi già ora ben noti.

A parte questo in un combattimento "spaziale" velocità e distanze devono per forza essere elevate, come pure le accelerazioni e questo cambia notevolmente i parametri di riferimento.
Ad esempio al di sopra di una certa distanza i proiettili di railgun (ipersonici ecc. ecc.) sono praticamente inutili perchè si mantenono su uan traiettoria senza manovrare ulteriormente ed il bersaglio ha tempo sufficiente per schivarli se spari singole raffiche.
Per questo nella serie "The Lost Fleet" le astronavi da guerra sparano vere e proprie "nubi" di proiettili di railgun verso le posizioni in cui si aspettano le navi nemiche si troveranno più avanti e poi in alcuni casi quando possibile pure manovrano, sparano laser e missili ecc. ecc. sia per attaccarle direttamente con quelli ma anche per fare in modo che finiscano con l'incontrare gli sciami di proiettili sparati anche ore prima.

Poi c'e' tutto il discorso del TOF (Time Of Flight, ovvero "tempo di volo" da quando si fa fuoco a quando proiettili o missli raggiungono il bersaglio), che puoi usare a tuo vantaggio per creare suspense; ci sono le distorsioni relativistiche quando lo scontro avviene a velocità relative che iniziano ad avvicinarsi a frazioni significative della velcoità della luce; ci sono le eventuali limitazioni sulle tecnologie FTL (warp o più in generale apparentemente più veloci della luce), ecc.

Tovarish Joedič ha scritto:

Cosa pensi dei romanzi di Guerre Stellari?


Non li penso proprio. Wink
Tovarish Joedič
Agguantatore a strisce
Messaggi: 12
MessaggioInviato: Sab 11 Dic, 2010 02:05    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

L.MCH ha scritto:

Hai presente un interruzione pubblicitaria in un film d'azione ? Wink
Stavi descrivendo l'azione fino alla prima raffica, ma poi quel "successivamente" rompe l'azione senza nemmeno suggerire cosa è successo nel frattempo.
Magari tu la scena la vedi "completa e senza interruzioni" mentre la immagini, ma uno che non ti legge nel pensiero si ritrova ad inciampare in quel "successivamente" che "crea un vuoto nell'azione".
Ad esempio potevi scrivere "il bersaglio cercò di salvarsi con una serie di manovre evasive, ma il sistema di puntamento continuava a tracciarlo senza tregua e quanto riuscì ad agganciarlo nuovamente, la seconda raffica ...".

Ora ho capito perfettamente, grazie! Very Happy
L.MCH ha scritto:
Non è necessario dirlo esplicitamente (il lettore lo capisce piano piano mentre procede con la lettura del libro e della serie), gli scrittori più bravi riescono anche ad inserire spiegazioni "tecniche" nel mezzo di un azione
senza interromperla, ma non è da tutti.
L'importante è aver ben chiaro di cosa si sta parlando e cosa si sta descrivendo, in modo da non contraddirsi durante il racconto.

Infatti è una cosa a cui cerco di fare attenzione.
L.MCH ha scritto:
Mi sa che la signora Massa ed il signor Accelerazione non sono d'accordo. Wink
Hai presente la storia di quel tipo che fu schiacciato da un vagone ferroviario che si muoveva alla velocità di 1cm al secondo ?
Comunque se fai conoscenza con quei due ed altri loro amici ti verranno parecchie idee su come scrivere scene avvincenti. Smile

Ad esempio, un astronave di quelle massicce anche se ha propulsori potentissimi non può fare certe manovre perchè altrimenti rischia di spezzarsi in due per stress strutturale.
Se poi ci sono limiti sulla potenza massima, invevitabilmente le unità più "leggere" possono accelerare/decelerare più rapidamente ed essere più manovrabili, ecc. ecc.

Immaginavo... il problema è che le navi più comuni sono lunghe circa 1 km e mezzo e sono alimentate da reattori a fusione. Poi vabbe', alcune aliene hanno propulsori antigravitazionali e il problema non si dovrebbe porre. In ogni caso per certe cose non penso che starò ad osservare pedissequamente le leggi della fisica, anche perché altrimenti non se ne esce più. Di certo terrò conto, almeno in parte, delle differenze tra spazio e atmosfera; soprattutto per le navi dal chilometro e mezzo.
L.MCH ha scritto:
Ti consiglio di ripensare bene alla fisica ed alla tecnologia degli armamenti.
Non è vero che un laser può "intercettare facilmente" un missile, se ci fai caso i sistemi laser attualmente in uso sono pensati contro missili balistici (che per la loro stessa natura seguono traiettorie balistiche, quindi più facili da "prevedere/agganciare") o per la difesa di punto (ovvero per abbattere roba diretta verso la nave dove sono installati).
Poi i railgun hanno pure loro alcuni problemi già ora ben noti.

Come prima: per quanto cerchi di essere il più reale possibile meglio sorvolare su certe cose; e poi infondo siamo seicento anni avanti.Wink
L.MCH ha scritto:
A parte questo in un combattimento "spaziale" velocità e distanze devono per forza essere elevate, come pure le accelerazioni e questo cambia notevolmente i parametri di riferimento.
Ad esempio al di sopra di una certa distanza i proiettili di railgun (ipersonici ecc. ecc.) sono praticamente inutili perchè si mantenono su uan traiettoria senza manovrare ulteriormente ed il bersaglio ha tempo sufficiente per schivarli se spari singole raffiche.

I ratei di fuoco non sono esattamente un problema. Very Happy
L.MCH ha scritto:
Poi c'e' tutto il discorso del TOF (Time Of Flight, ovvero "tempo di volo" da quando si fa fuoco a quando proiettili o missli raggiungono il bersaglio), che puoi usare a tuo vantaggio per creare suspense; ci sono le distorsioni relativistiche quando lo scontro avviene a velocità relative che iniziano ad avvicinarsi a frazioni significative della velcoità della luce; ci sono le eventuali limitazioni sulle tecnologie FTL (warp o più in generale apparentemente più veloci della luce), ecc.

Non credo ci saranno scontri a velocità relativistiche: ad essere onesto ero più portato a scontri tipo navi del '600.
L.MCH ha scritto:
Non li penso proprio. Wink

Perfetto! Very Happy
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Sab 11 Dic, 2010 04:33    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

Tovarish Joedič ha scritto:

Non credo ci saranno scontri a velocità relativistiche: ad essere onesto ero più portato a scontri tipo navi del '600.


In qualsiasi scontro, navale, aereo o spaziale che sia la velocità è vita e l'accelerazione è fonte di vita (o di morte se invece di schivare vai a sbattere). Wink

I combattimenti tipo '600 erano "ravvicinati e personali" a causa delle limitazioni in velocità ed accelerazione sia dei mezzi che delle armi.
Se si dispone di tecnologie spaziali i limiti si alzano enormemente, come pure il delta-v (differenza di velocità) durante uno combattimento e questo rende estremamente impossibili "scontri tipo navi del '600" (specialmente perchè i propulsori stessi delle astronavi possono essere usati come armi).
Tovarish Joedič
Agguantatore a strisce
Messaggi: 12
MessaggioInviato: Sab 11 Dic, 2010 19:03    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

L.MCH ha scritto:


In qualsiasi scontro, navale, aereo o spaziale che sia la velocità è vita e l'accelerazione è fonte di vita (o di morte se invece di schivare vai a sbattere). Wink

I combattimenti tipo '600 erano "ravvicinati e personali" a causa delle limitazioni in velocità ed accelerazione sia dei mezzi che delle armi.
Se si dispone di tecnologie spaziali i limiti si alzano enormemente, come pure il delta-v (differenza di velocità) durante uno combattimento e questo rende estremamente impossibili "scontri tipo navi del '600" (specialmente perchè i propulsori stessi delle astronavi possono essere usati come armi).

[color=red]Per "tipo '600" intendo piuttosto statici, con navi grandi che si sparano cannonate.

Grazie per le dritte comunqe, credo che dovrò rivedere parecchie cose. Smile
L.MCH
Horus Horus
Messaggi: 5854
Località: non pervenuta
MessaggioInviato: Sab 11 Dic, 2010 22:25    Oggetto: Re: Suggerimenti per un romanzi di fantascienza   

Tovarish Joedič ha scritto:

Grazie per le dritte comunqe, credo che dovrò rivedere parecchie cose. Smile


Se te la cavi abbastanza bene con l'inglese dai un occhiata qui:
http://www.projectrho.com/rocket/spacewarship.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacewarintro.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacegunintro.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacegunconvent.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacegunexotic.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacewardefense.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacewarship.php
http://www.projectrho.com/rocket/spacewartactic.php
http://www.projectrho.com/rocket/reactionlessdrive.php
http://www.projectrho.com/rocket/slowerlight.php
http://www.projectrho.com/rocket/fasterlight.php
http://www.projectrho.com/rocket/aliens.php

Si tratta di un sito che "riassume" buona parte delle idee di base e di come sono state utilizzate in vari libri, film ecc. ecc.
Non si tratta di "modelli pronti all'uso" ma torna parecchio utile per chiarirsi le idee e farsi un idea più chiara di cosa implicano certe scelte (del tipo se X ha la tecnologia Y allora potrebbe fare questo e quello, ecc. ecc.).


Se invece vuoi un esempio di "manuale tecnico di un universo narrativo"
qui:
http://wikibin.org/articles/spacecraft-in-the-honorverse.html
e qui:
http://wikibin.org/articles/weapons-technology-in-the-honorverse.html
ci sono due brevi riassunti delle tecnologie astronavali e degli armamenti utilizzati nella serie di Honor Harrington scritta da David Weber.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Problemi & Aiuto Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum