Quando esce il 53?


Autore Messaggio
Irene Vanni
Blobel Blobel
Messaggi: 164
Località: PI
MessaggioInviato: Ven 15 Feb, 2008 17:54    Oggetto: Quando esce il 53?   

... come da oggetto Question
Bye
Ire
Andrea Liscio
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2339
MessaggioInviato: Mer 27 Feb, 2008 13:43    Oggetto:   

E' uscito, o meglio, mi è arrivato.
Le mie manine avide hanno scartato il pacchetto ma mi sono trattenuto sino a sera inoltrata per cominciare a leggerlo.

Per quanto riguarda Silverberg utilizzerei la definizione che la mia prof del liceo dava a Dante: "La sua non è superbia ma capacità di definire la sua grandezza".
Le ragioni che stanno poi alle base della scrittura di Roma Eterna sono deliranti. E lui vuole dirgli anche un valore storico-scientifico???
Capisco il gioco nel dire "E se non fosse accuduto ciò?" ma non dargli valore di critica storica. Dire che il cristianesimo ha indebolito l'impero Romano portandolo alla distruzione è un'ingenuità tipicamente inglese che possiamo far passare a Gibbon nel 1700.
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Mer 27 Feb, 2008 15:44    Oggetto:   

Arrivato anche a me, ma finora ho avuto tempo solo di leggere il racconto carinissimo di otrebla e sfogliare ilresto Very Happy
Yoda
La frase seguente è vera.
La frase precedente è falsa.
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19571
Località: Nordica
MessaggioInviato: Ven 29 Feb, 2008 16:19    Oggetto:   

Andrea Liscio ha scritto:
E' uscito, o meglio, mi è arrivato.
Le mie manine avide hanno scartato il pacchetto ma mi sono trattenuto sino a sera inoltrata per cominciare a leggerlo.

Per quanto riguarda Silverberg utilizzerei la definizione che la mia prof del liceo dava a Dante: "La sua non è superbia ma capacità di definire la sua grandezza".
Le ragioni che stanno poi alle base della scrittura di Roma Eterna sono deliranti. E lui vuole dirgli anche un valore storico-scientifico???
Capisco il gioco nel dire "E se non fosse accuduto ciò?" ma non dargli valore di critica storica. Dire che il cristianesimo ha indebolito l'impero Romano portandolo alla distruzione è un'ingenuità tipicamente inglese che possiamo far passare a Gibbon nel 1700.


Robot mi è arrivato ieri e non ho ancora letto l'intervista, ma ho letto Roma Eterna. Il punto di divergenza non è semplicemente la mancanza del cristianesimo. La divergenza è più articolata: fallisce l'esodo di Mosé dall'Egitto verso la Palestina e di conseguenza non abbiamo il cristianesimo secoli dopo.
Ma dal punto di vista dell'Impero Romano la divergenza è il fatto che l'Impero Romano d'Oriente viene a soccorrere quello di Occidente al momento giusto (quindi è anche una differenza puramente militare).
Dopodiché rimane sempre fantascienza.
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Otrebla
Amante Galattico Amante Galattico
Messaggi: 19571
Località: Nordica
MessaggioInviato: Ven 29 Feb, 2008 16:20    Oggetto:   

stefanoventa ha scritto:
Arrivato anche a me, ma finora ho avuto tempo solo di leggere il racconto carinissimo di otrebla e sfogliare ilresto Very Happy


Grazie! Concordo con te!
"I buoni sono quelli che decidono chi sono i cattivi - Lucy Van Pelt"
Andrea Liscio
Time Lord Time Lord
Messaggi: 2339
MessaggioInviato: Ven 29 Feb, 2008 16:48    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
Andrea Liscio ha scritto:
E' uscito, o meglio, mi è arrivato.
Le mie manine avide hanno scartato il pacchetto ma mi sono trattenuto sino a sera inoltrata per cominciare a leggerlo.

Per quanto riguarda Silverberg utilizzerei la definizione che la mia prof del liceo dava a Dante: "La sua non è superbia ma capacità di definire la sua grandezza".
Le ragioni che stanno poi alle base della scrittura di Roma Eterna sono deliranti. E lui vuole dirgli anche un valore storico-scientifico???
Capisco il gioco nel dire "E se non fosse accuduto ciò?" ma non dargli valore di critica storica. Dire che il cristianesimo ha indebolito l'impero Romano portandolo alla distruzione è un'ingenuità tipicamente inglese che possiamo far passare a Gibbon nel 1700.


Robot mi è arrivato ieri e non ho ancora letto l'intervista, ma ho letto Roma Eterna. Il punto di divergenza non è semplicemente la mancanza del cristianesimo. La divergenza è più articolata: fallisce l'esodo di Mosé dall'Egitto verso la Palestina e di conseguenza non abbiamo il cristianesimo secoli dopo.
Ma dal punto di vista dell'Impero Romano la divergenza è il fatto che l'Impero Romano d'Oriente viene a soccorrere quello di Occidente al momento giusto (quindi è anche una differenza puramente militare).
Dopodiché rimane sempre fantascienza.


Nel libro, la spiegazione è (leggermente) più complessa. Io criticavo ciò che Silverberg scrive nell'intervista. Diciamo che l'idea di fondo è vecchia di 3 e passa secoli ed è stata stravolta dalla storiografia
Stefanoventa
goodnightjedi goodnightjedi
Messaggi: 6361
Località: Padova
MessaggioInviato: Ven 29 Feb, 2008 16:58    Oggetto:   

Otrebla ha scritto:
stefanoventa ha scritto:
Arrivato anche a me, ma finora ho avuto tempo solo di leggere il racconto carinissimo di otrebla e sfogliare ilresto Very Happy


Grazie! Concordo con te!


sai mi sarebbe sembrato strano il contrario Rolling Eyes Laughing
Yoda
La frase seguente è vera.
La frase precedente è falsa.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulla rivista Robot Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum