Io sono il Libanese è il prequel di Romanzo Criminale in cui Giancarlo De Cataldo racconta gli inizi della carriera del capo carismatico della “sua” Banda della Magliana, il Libanese appunto, personaggio ispirato da Franco Giuseppucci che dalle sue pagine è colato nel film di Michele Placido col volto di Piefrancesco Favino e nella serie televisiva di Stefano Sollima col grugno incazzoso di Francesco Montanari.

Una piccola icona, il Libano. La tentazione sarebbe quella di considerarlo un santo bandito e questo libro la sua agiografia. Niente di più sbagliato.

[Continua a leggere su ThrillerMagazine]