Granita fatta in casa

Granita di fragole / Strawberry granitaPartendo dall’articolo di Dario Bressanini, ho deciso di cimentarmi nella granita fatta in casa.

Iniziano i primi caldi ed torna della frutta con un po’ di sapore e di colore, è quindi opportuno avere in casa qualcosa di rinfrescante.

Quello nella foto è il mio primo esperimento 24 ore dopo, si può fare di meglio e magari in seguito aggiornerò questo articolo con i risultati degli altri esperimenti.

Inizio a buttare giù una ricetta di base con alcune considerazioni.

Ingredienti per una bella ciotolona di granita:

  • 500g di fragole, meglio se ben mature;
  • 500g d’acqua;
  • 5 cucchiai di zucchero;
  • 5 grammi (un foglio) di gelatina alimentare (colla di pesce).

Continue reading →

Acciughe e gorgonzola

Qualche giorno fa avevo il frigorifero deserto e mi sono inventato questo piatto, partendo dall’assunto che in Liguria le acciughe sotto sale vengono servite con il burro.

Il risultato è una contaminatio di tipicità dal gusto deciso.

Ingredienti per una persona:

  • 7-8 acciughe sotto sale
  • 50g circa di gorgonzola cremoso
  • fette di pane nero o integrale
  • olio, timo

Continue reading →

Dakos

Il mio primo tentativo di dakos / My first dakos attempt Ho conosciuto questo semplice antipasto cretese a Samos.

Il primo giorno di permanenza sull’isola ho chiesto ad una taverna di Psili Ammos dell’insalata greca. Il padrone, simpaticissimo, mi ha risposto che quella era roba per turisti e che, al suo posto, mi avrebbe portato qualcosa di veramente speciale.

Ingredienti come antipasto per una persona:

  • tre fette di pane casereccio raffermo;
  • sette/otto pomodorini a ciliegia o equivalenti;
  • tre/quattro cucchiai di ricotta tritata o formaggio analogo;
  • olio extravergine;
  • origano;
  • sale.

Continue reading →

Blog di cucina cretese

Organically Cooked è un blog di cucina cretese che merita di essere visitato e tenuto nei bookmark o feed RSS.

L’autrice è una neozelandese emigrata a Chania (Χανιά) che racconta in inglese momenti di vita e piatti greci, in particolare preparazioni tipiche di Creta.

Nelle ricette viene messo un accento particolare a quella che probabilmente è la base della cucina mediterranea: la qualità e la tipicità degli ingredienti locali.

Il sito ha anche una pagina con l’elenco delle ricette descritte in modo da poter selezionare velocemente il piatto che si cerca.

Con l’arrivo della bella stagione un giro sul sito potrebbe aiutare a scegliere qualche piatto inusuale ma molto vicino alla nostra tradizione culinaria.

Filetto di maiale e cuscus

Filetto di maiale e cuscus / Pork tenderloin with cous cousPiatto apparentemente insolito, ma molto saporito che funziona benissimo anche come piatto unico.

La preparazione è molto rapida, se si esclude il tempo di marinatura della carne di maiale, che può anche essere evitato se si è di fretta.

Ingredienti per due persone:

  • sei fette spesse di filetto di maiale tagliato spesso;
  • 1/4 di litro di latte;
  • 100g di couscous speziato rapido;
  • 1/4 di mela;
  • una noce di burro
  • brandy da cucina
  • farina
  • un cucchiaio di curry.

Continue reading →

Lonza con i fichi secchi

Questa è una variante di una ricetta apparsa su La Cucina Italiana di dicembre 2011.

Nella versione originale i fichi venivano preparati a parte con l’aceto balsamico, io non avevo voglia e ho messo tutto assieme.

Al posto dei fichi credo si possa utilizzare anche dell’uvetta passa, che, pero’ dovrebbe essere ammorbidita lasciandola macerare per un’oretta almeno con poco liquore.

Ingredienti per una persona:

  • tre fette di lonza di suino (circa 150g in totale)
  • due fichi secchi morbidi
  • spremuta di due arance bionde
  • burro (circa 30g)
  • farina

Continue reading →

Insalata di verze con pancetta

La tradizione della mia zona vuole che le verze siano buone da mangiare in insalata solamente dopo la prima gelata notturna.

Tuttavia inizia ad essere la stagione per gustare questa croccante brassicacea cruda in insalata.

Anche il binomio verza e carne di maiale fa parte della tradizione lombarda, questa è una variante alla solita insalata di verze.

Ingredienti per due persone (o una persona affamata):

  • 300g verza
  • 80g pancetta
  • 30g Roquefort, gorgonzola forte o altro blue cheese
  • olio, sale

Continue reading →

Spaghetti guanciale e porcini

Ispirato dalla ricetta spaghetti aglio, olio e porcino di Cucina Italiana di ottobre, oggi ho provato a fare gli spaghetti con guanciale e porcini secchi.

Il brodo citato nella ricetta deve essere brodo di carne fatto in casa, non con dadi o similari perché la cottura per riduzione della pasta vi farebbe mangiare del dado, che non è il massimo. La cottura per riduzione lascia la pasta molto saporita, aggiustate di sale solamente dopo aver assaggiato la pasta cotta.

Ingredienti per due porzioni:

  • 180g di spaghetti o altra pasta
  • 70g di guanciale
  • 3 mestoli di brodo di carne
  • una manciata di porcini secchi spezzettati

Continue reading →

Mortaio

Utensile da cucina un po’ in disuso rimpiazzato da strumenti elettrici e preparati già pronti, merita di essere riesumato dal letargo.

Nella nostra tradizione esistono mortai di vari materiali: tutti in legno, in marmo con il pestello in legno (tipica versione ligure per il pesto) o tutti in pietra dura.

IKEA vende a poco piu di nove euro RÖRA, un piccolo mortaio in marmo nero duro, adatto alle spezie, ma niente male anche per ridotte quantità di pesto fatto in casa. Un piccolo investimento per avere a disposizione uno strumento antico e molto tradizionale.

Il mortaio di IKEA permette, con poca spesa, di familiarizzare con lo strumento e di fare delle prove. La prima di queste potrebbe essere il pepe. Quando la ricetta richiede una spolverata di pepe provate a prendere quattro o cinque grani di pepe, metteteli nel mortaio e frantumateli facendo ruotare il pestello all’interno del recipiente. Si rimarrà colpiti dal profumo che emana la spezia lavorata in quel modo.

Nei mortai di marmo è bene evitare l’utilizzo di sostanze acide come il pomodoro o il succo di limone. Lo strumento dovrebbe essere solamente risciacquato o lavato con un sapone molto poco aggressivo.

Canederli

Piatto tipico di molte zone europee, dalla Polonia al Trentino, sono in sostanza dei grossi gnocchi la cui composizione varia a seconda delle tradizioni locali e della dispensa.

La relativa difficoltà di questa preparazione consiste nel dosare la parte liquida per ammorbidire il pane (o, in alcuni casi, le patate) e una parte legante per evitare che il canederlo si autodistrugga a contatto con il brodo di cottura. L’infarinatura esterna aiuta a mantenere l’integrità strutturale.

Questa che segue è la ricetta che ho utilizzato oggi per prepararli, ma ci si può (anzi: si deve) sbizzarrire variando gli ingredienti perché lo scopo di questo piatto è di raccogliere quello che c’è in casa. Una variante interessante prevede l’aggiunta di formaggio all’impasto o la collocazione di un cubetto di formaggio al centro del canederlo.

Se si prevede di usarlo per i canederli, è consigliabile tagliare il pane a cubetti prima di metterlo via a far seccare. Il pane deve essere buono, non tropo vecchio per evitare che i canederli sappiano troppo di pane raffermo.

Niente foto questa volta perché è un piatto buono da mangiare, non molto significativo da vedere.

Continue reading →