Io sono leggenda è il romanzo veramente leggendario di uno degli autori più poliedrici della storia della letteratura fantastica, vale a dire l'americano del New Jersey Richard Matheson; scrittore, autore televisivo per serie indimenticabili quali Star Trek TOS e The Twilight Zone, da circa mezzo secolo imperversa nel mondo della fantascienza lasciandoci storie sempre avvincenti e mai banali, in cui gli elementi del fantastico sono utilizzati per compiere riflessioni sulla natura e sulla condizione umana, come ogni autore di razza sa fare.

 

Del suo più famoso romanzo sono già uscite due versioni cinematografiche, la prima negli anni sessanta con uno straordinario Vincent Price come protagonista, la seconda, più orientata alla critica sociale, negli anni settanta, con il volto duro e squadrato di Charlton Heston a interpretare l'angoscia e le pulsioni dello scienziato Robert Neville rimasto l'unico uomo normale su un pianeta popolato da vampiri muntanti. La terza versione dovrebbe uscire in Italia nei primi giorni del 2008 e vedrà il simpatico Will Smith (Men in Black, I, Robot) confrontarsi con la leggenda del titolo, in un film che promette (vedremo se manterrà) di essere il più fedele possibile allo spirito del romanzo. Ma poiché sembra che a Hollywood il senso della misura sia andato irrimediabilmente perduto, qualcuno non si accontenterebbe di fare il botto con un possibile bel film di fantascienza, ma si adopererebbe per proseguire lo scempio delle opere fantascientifiche a fini puramente di botteghino.

 

Infatti, secondo una notizia riportata dal Los Angeles Time e ripresa anche su internet, pare che lo sceneggiatore Mark Protosevich, autore dello script del film di prossima uscita insieme ad Akiva Goldsman, sia già al lavoro per gettare le basi del sequel di I am legend, da realizzare e presentare non prima del 2009. La Warner Bros., già produttrice del film, non avrebbe ancora ufficializzato il progetto mediante contratti o altro, ma sarebbe informata della cosa e starebbe incoraggiando Protosevich a proseguire. Secondo il Los Angeles Times, che riporta tali indiscrezioni con una certa convinzione, a tutt'oggi non ci sono voci o rumors su come lo sceneggiatore penserebbe di far proseguire la vicenda di Robert Neville, ma si potrebbe scommettere (l'espressione usata dal quotidiano) che il seguito potrebbe svolgersi almeno una decina d'anni dopo le vicende narrate nel romanzo.

 

In effetti nessuno sarebbe in grado di immaginare anche solo lontanamente come si potrebbe scrivere un seguito di I am legend, che è probabilmente uno dei romanzi più autoconclusivi che siano mai stati pensati. La speranza è che Matheson si opponga a tale devastazione, sempre che i contratti e le opzioni fimate glielo permettano. Ci si può comunque consolare con i prossimi progetti dello scrittore, che sembrano succulenti: il prossimo anno infatti dovrebbe uscire prima The Box, un horror thriller firmato da Matheson e diretto da Richard Kelly (quello di Donnie Darko), che racconterà le vicende di una coppia sposata con un mucchio di problemi la quale riceverà una strana scatola; aprendola diventeranno ricchi ma al tempo stesso qualcuno che non conoscono morirà... Successivamente sarà in uscita The Incredible Shrinking Man, tratta da un altro clamoroso successo di Matheson e che ebbe già una versione cinematografica negli anni cinquanta dal titolo Radiazioni BX: Distruzione uomo diretta da Jack Arnold (Destinazione... Terra, Il mostro della laguna nera): la storia di un uomo che in seguito a un esperimento fallito comincia a rimpicciolirsi fino quasi a scomparire. Cosa che, a volte, si desidera possa succedere a certi produttori e/o autori hollywoodiani...