Oggi compirebbe 98 anni, se una trasfusione di sangue contaminato non l'avesse infettato col virus dell'AIDS, portandolo alla morte nel 1992, a settantadue anni. Isaac Asimov, nato (forse) il 2 gennaio 1920 a Petroviči, cittadina russa nei dintorni di Smolensk vicina al confine con la Bielorussia, emigrato negli Stati Uniti all'età di soli tre anni, mentre nel suo paese nasceva l'Unione Sovietica. Ebreo, intelligentissimo (un qi di 160, secondo le misurazioni dell'epoca), brillante, propone il primo racconto ad Astounding nel 1937. E gli viene rifiutato: anche il fatto che sappiamo di questo rifiuto, raccontato quasi con orgoglio dallo stesso Asimov, è un indicatore della sua intelligenza. La pubblicazione arriva nel 1939 e da quel momento sarà un crescendo: la serie dei Robot, la serie della Fondazione, la divulgazione scientifica.

Ancora oggi, a oltre vent'anni d'anni dall'uscita delle ultime cose e nonostante una prolungata assenza dalle librerie ingiustificabile che Mondadori sta piano piano correggendo solo negli ultimi mesi, Isaac Asimov è uno degli autori di fantascienza più amati anche nel nostro paese. Amatissimo anche dal decano degli autori italiani, Vittorio Catani, che ha voluto ripubblicare proprio oggi, nel 98esimo anniversario della nascita, il romanzo breve L'uomo centenario che costituisce un vero e proprio omaggio al good doctor, protagonista della vicenda.

L'uomo centenario

Sinossi

Isaac Asimov è morto nel 1992, venticinque anni fa. Ma questo racconto venne scritto un anno prima della scomparsa del grande scrittore, e lo immagina centenario, nel 2020, al centro di un misterioso caso di tentato omicidio. Asimov vive tranquillo in una casa di riposo, insieme al fido aiutante robot, e lavora al suo ultimo libro, una nuova autobiografia, quando qualcuno tenta di assassinarlo. Ma chi può volere così male a un vecchio scrittore di fantascienza e di divulgazione scintifica, al padre spirituale dei robot?

L'autore

Vittorio Catani è una delle colonne della fantascienza italiana. Scrive fantascienza fin dai tempi della rivista Oltre il cielo; è stato il vincitore della prima edizione del Premio Urania nel 1989; ha pubblicato innumerevoli libri e racconti in riviste e antologie, ed è l'autore che ha vinto il maggior numero di premi Italia nella sua carriera. I suoi lavori sono stati tradotti in una decina di lingue, dal francese al giapponese. Sempre curioso delle novità e al passo coi tempi ha prodotto negli anni audiodrammi, curato programmi radiofonici, ed è stato tra i primi collaboratori della rivista online Delos Science Fiction e di Fantascienza.com.

Vittorio Catani, L'uomo centenario , Delos Digital, Robotica.it 50, isbn: 9788825404562, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 2,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: