1. Notturno 

Pubblicato nel 1941, Nightfall, questo il titolo originale di Notturno, è forse in assoluto il racconto più noto dello scrittore americano, anche per la trama originale. Sul Kalgashla notte è sconosciuta, perché ci sono ben sei soli ad illuminare tutta la superficie del pianeta. Ma una setta religiosa profetizza che prima o poi verrà la notte e la fine del mondo e dei suoi abitanti. La scienza sembra concordare con questa previsione, ritenendo che un'eclissi causata da una luna che oscura un sole, quando tutti gli altri sono tramontati. È un evento rarissimo che potrebbe portare alla pazzia di tutti i suoi abitanti e all'effettiva distruzione del pianeta.

Dal racconto, Asimov trasse anche un romanzo scritto con Robert Silverberg.

2. Robbie 

Insieme a Notturno, Robbie è un racconto molto noto del 1940 perché è il primo in cui Asimov introduce il concetto di robot positronico, che darà vita ad una lunga serie di storie incentrate sui robot positronici e alle famose tre Leggi sui Robot. La protagonista della storia è una bambina che si affezziona al suo robot baby-sitter, con il quale gioca per gran parte della sua giornata.

3. L’ultima domanda 

The Last Question è uno dei racconti preferiti dal good doctor ed è la storia di un computer super evoluto che però non sa rispondere ad una domanda: ”Può l’entropia dell’universo essere invertita”, ossia può l'energia delle stelle essere rigenerata? Peril computer non ci sono dati sufficienti per rispondere, fino a quando dopo 3 miliardi di anni, la risposta del computer è: “Sia la luce”.

4. L'uomo bicentenario 

L'uomo bicentenario (The Bicentennial Man in originale) è anch'esso un racconto, lungo questa volta, molto famoso e pubblicato nel 1976 in occasione del bicentenario degli Stati Uniti. Nel racconto un robot positronico ha una propria personalità, rispetto ai suoi simili, e nonostante la sua evoluzione lo porterà ad essere molto simile agli umani, faticherà non poco per essere riconosciuto umano. Da questo racconto è stato tratto nel 1993 un altro romanzo, scritto insieme a Silverberg, e poi un film, con Robin Williams come protagonista.

5. Nove volte sette 

Il titolo originale di questo racconto è Feeling of Power, e narra di un mondo dominato dai computer e dalle macchine, tant'è che gli uomini hanno dimenticato del tutto la matematica, anche quella di base che serve per fare una semplice moltiplicazione. Anche nella guerra con il pianeta Deneb, tutto è guidato dalle macchine, ma quando un semplice tecnico scopre come reinventare la matematica, i militari cercano di sfruttare questa scoperta per riprendere il controllo delle astronavi per combattere i denebiani.