Mettere insieme Charles Dickens e Jack Vance. Chi potrebbe riuscire in un'impresa del genere? Un solo scrittore, naturalmente: Paul Di Filippo. Paul Di Filippo ha questo talento magico, per cui quando si leggono (o forse dovremmo dire si gustano, come un buon vino) le sue storie si sentono i sapori di altri grandi scrittori, e ciononostante il sapore resta quello, inconfondibile, di Paul Di Filippo.

Doti che ha mostrato nelle sue opere più famose, come La trilogia Steampunk, Un anno nella città lineareIl demolitore di astronavi, e che conferma in questo The Mill, 1991, indicato da Locus come uno dei migliori romanzi brevi di quell'annata, che esce oggi nella collana Biblioteca di un Sole Lontano diretta da Sandro Pergameno, nella traduzione di Alberto Meletto, col titolo Lo stabilimento.

Lo stabilimento

Sinossi

Lo stabilimento, tratto dalla sua raccolta più prestigiosa, Strange Trades (2001), e considerato dalla rivista Locus uno dei migliori romanzi brevi del 1991, racconta la storia di un ragazzo in un pianeta di frontiera: la dura e cupa vita degli abitanti, narrata con uno stile limpido e letterario, ricorda molto l’esistenza, come dice nella sua introduzione lo stesso Di Filippo, dei suoi antenati nelle fabbriche dell’ottocento americano, o anche di quello inglese più volte descritto nei capolavori di Charles Dickens o di Thoma Hardy. E di questi grandi scrittori Lo stabilimento riprende la stessa umanità mentre delinea, pian piano, la vita dell’intraprendente Charlie Caincross e le sue peripezie nell’affrontare lo sviluppo dello Stabilimento e la produzione della mitica stoffa di luce, un prodotto incredibile ricercato in tutta la galassia e per il cui acquisto arriva da lontani mondi l’immortale Fattore. La storia, incentrata sui costumi e sulle abitudini di  questo lontano villaggio, è scritta in maniera magistrale da Di Filippo, con tocchi sapienti che a volte ricordano Jack Vance, e riserva spunti divertenti e un finale a sorpresa. In breve, una delle migliori novelle (e finora inedita) di uno dei grandi scrittori, soprattutto nel campo dei racconti, della fantascienza moderna.

L'autore

Paul Di Filippo è nato nel 1954 a Providence, Rhode Island, la città natale del mitico Howard Phillips Lovecraft. È noto per essere uno scrittore eclettico, originale e mai prevedibile. I suoi racconti spaziano in tutti i sottogeneri della fantascienza e dell’horror. Ha esordito con grande successo nel 1995 con La trilogia Steampunk, a cui hanno fatto seguito dieci romanzi – quasi tutti inediti nel nostro paese – e numerose raccolte di racconti.
 Il romanzo Un anno nella città lineare, e il suo seguito Una principessa della città lineare, usciti nella collana Odissea Delos Books, sono tra le massime espressioni della genialità di questo simpatico autore.
 Esercita inoltre l’attività di critico letterario per le più importanti riviste americane di sf. 
Nel 2005 si è poi impegnato nella stesura di testi per fumetti, realizzando la mini serie Beyond the Farthest Precinct illustrata da Jerry Ordway basata sulla serie Top 10 creata da Alan Moore per la America’s Best Comics.

Nella collana Biblioteca di un sole lontano abbiamo già presentato L’ultimo caso della Taccola, un’ucronia in cui Paul Di Filippo reimmagina  a modo suo la vita del grande Franz Kafka nei panni di un supereroe della New York degli anni venti.

Paul Di Filippo, Lo stabilimento (The Mill), traduzione: Alberto Meletto, Delos Digital, Biblioteca di un sole lontano 36, isbn: 9788825400632, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 2,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: