La storia è uno dei settori della conoscenza più importanti, conoscere la storia ci permette di capire meglio noi stessi, il nostro passato, il valore di quello che abbiamo nel presente. Ma se leggere un saggio storico è utile, spesso leggere un romanzo storico può esserlo persino di più. Perché solo uno scrittore, un narratore, se è davvero bravo, può farci vivere il passato in prima persona. Un conto può essere, per esempio, leggere che le condizioni di vita dei marinai russi di inizio secolo scorso erano pessime, un conto è vivere giorno per giorno nei loro panni, attraverso la narrazione.

Certo, lo scrittore deve essere serio, basare il suo racconto su una approfondita documentazione, e deve essere bravo, per consentire al lettore di immergersi nel suo racconto.

Caratteristiche che corrispondono alla descrizione di Francesco Grasso, una fortunata carriera di scrittore di fantascienza alle spalle, con due premi Urania e svariati premi minori, oggi apprezzato scrittore storico. Con un "difetto": perché nonostante l'accuratezza storica, un elemento fantastico riesce sempre a farcelo entrare.

È ciò che accade in Come un brivido del mare, romanzo uscito in versione stampata due anni fa e oggi in uscita in ebook nella collana Odissea Digital. Un romanzo che segue le rocambolesche avventure di un marinaio della flotta dello Zar, fino a portare il lettore a quel 28 dicembre 1908, nello stretto di Messina, quando il terremoto più catastrofico della storia recente distrusse le due città ai lati dello stretto causando oltre centomila vittime.

Come un brivido nel mare

Sinossi

Messina, 28 dicembre 1908: un terremoto di potenza spaventosa si abbatte sulla città, radendola al suolo e provocando più di 100.000 vittime. I primi a prestare soccorso alla popolazione sono i marinai di una flotta da guerra russa, alla fonda dinanzi alla costa siciliana, e gli uomini di una squadra navale britannica, anch'essa ormeggiata in rada. 

Ma perché due flotte da guerra si fronteggiano proprio nel luogo e nell'istante della catastrofe? Che cosa stanno cercando, russi e inglesi, nelle acque italiane? Forse i servizi segreti dello zar e l'intelligence britannica hanno previsto l'evento? È possibile che due delle maggiori potenze mondiali dell'epoca siano sulle tracce di un'arma segreta in grado di provocare i terremoti? In questa ipotesi, che relazione esiste tra la catastrofe che distrugge Messina e il misterioso “evento Tunguska”, abbattutosi solo pochi mesi prima sulla remota Siberia?

Come un brivido nel mare tenta di rispondere a questi interrogativi. E racconta ciò che allora fu taciuto, rivelando un incredibile segreto, celato da più di un secolo, le cui implicazioni potrebbero essere terribili anche per il futuro della nostra nazione.

L'autore

Francesco Grasso è nato a Messina nel 1966 ed è ingegnere elettronico. Ha scritto soprattutto fantascienza e narrativa storica, non mancando mai di inserire elementi storici nei suoi romanzi di fantascienza ed elementi fantastici in quelli storici. Ha vinto il Premio Urania due volte, nel 1992 con Ai due lati del muro e nel 2000 con 2038: La rivolta. Con i suoi racconti ha vinto anche il premio Sicurezza informatica 1996, il premio Cristalli Sognanti 1998, il premio Space Trucker 2001 e il premio Cuore di Tenebra 2004. Ha fatto parte della redazione di Delos Science Fiction anche con una serie di divertentissime parodie poi raccolte nel volume Diffidate dagli originali.

Francesco Grasso, Come un brivido nel mare , Delos Digital, Odissea Digital 23, isbn: 9788867758012, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store) con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 3,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online: