Da ieri pomeriggio, quando ci siamo resi conto che la Nuova Zelanda esisteva ancora (abbiamo dei corrispondenti Facebook laggiù che ci hanno assicurato che non mancava nulla), nonostante il 21 dicembre fosse già iniziato da qualche ora, ci siamo un pochino tranquillizzati. Ci hanno fatto notare però che probabilmente per avere la sicurezza che tutto era finito bisognerà attendere la mezzanotte del fuso orario dello Yucatan. Che dovrebbero essere suppergiù le sei di mattina del 22. Certo che dopo averla tanto tirata con questa faccenda del 21 se finisse il mondo quando da noi è già il 22 sarebbe una vera beffa.

Per festeggiare questa stranissima ricorrenze (promettiamo speciali analoghi a tutte le prossime fini del mondo) abbiamo preparato un'edizione speciale che riepiloga il meglio della fantascienza sul tema fine del mondo: nei libri, nei film, nelle serie tv, nei fumetti e nei videogiochi. Un meglio scelto da noi, ovviamente, ma tanto avrete pochissimo tempo per criticare le scelte, ah ah ah! (noi cattivi ridiamo sempre).

Vi regaliamo anche, per finire, un racconto di Vittorio Catani. E prima di lasciarvi, giusto per aggiungere un tocco di interesse (nostro), vi ricordiamo la nostra speciale offerta/garanzia per gli abbonamenti alle nostre riviste. Fate un'ultima buona azione, abbonatevi

* Per “fine del mondo” si intendono eventi che portino alla distruzione del pianeta Terra o all’inabitalità di almeno il 75% della superficie emersa, o alla diffusione di virus letali (o zombificanti) almeno per il 95% della popolazione. “Fini del mondo” di tipo personale, come la rottura di relazioni sentimentali, la cancellazione di serie tv preferite o la degustazione di dessert particolarmente buoni non sono accettabili ai fini della garanzia.

 

** In caso di attendibilità del calendario Maya non possiamo garantire la consegna a domicilio dei prodotti ordinati entro il tempo rimanente prima dell’apocalisse.