Com’è noto a chiunque, anche in Italia l’illustrazione riveste un ruolo principe nell’immaginario della fantascienza. Basti un nome per tutti: Karel Thole, l’olandese trapiantato nel Bel Paese e autore di oltre un migliaio di copertine fra Urania, Oscar Mondadori e decine di altre pubblicazioni. Eppure non sono molti – in epoca pre-Internet come nei periodi più recenti, anche se Delos ha sempre cercato di fare la sua parte – gli approfondimenti che abbiano cercato di dare informazioni bio-bibliografiche sugli autori delle copertine e delle illustrazioni che da sempre ci fanno sognare, accanto naturalmente alle descrizioni testuali più o meno approfondite degli scrittori. 

 

Dopo alcuni sporadici contributi su riviste (inevitabilmente dispersi e di riflesso misconosciuti), come gli interventi di Riccardo Valla su Gulliver nel 1977 e di Gianni Pilo su Strip nel 1982, è in alcuni volumi significativi che si è cercato di colmare la lacuna.

 

Ricordiamo in particolare una breve ma significativa apparizione nella Enciclopedia della Fantascienza (1986) di Gianni Montanari, le schede e le immagini nel catalogo della mostra Alieni. Creature di altri mondi (2000), l’intervento di Giuseppe Festino Dalle tempere alla tavolozza elettronica nella Cartografia dell’inferno. 50 anni di fantascienza in Italia 1952-2002 edito dieci anni fa dalla Biblioteca di Verona (e appena ristampato con alcune migliorìe da Elara Libri), nonché i due splendidi volumi di grande formato della Fondazione Rosellini su Caesar & Jacono (2010) e su Karel Thole (2012), mentre si parla di una quarantina di pagine nel succulento Il futuro alla gola. Una storia di Urania 1952-2012 d’imminente uscita dall’attuale curatore Giuseppe Lippi per Profondo Rosso.

 

Con il nuovo anno, nello spazio “La Gaia Scienza” in appendice al mensile di Urania sul n.1590 di gennaio 2013 debutterà la rubrica IllustrAutori del Fantastico, approfondimento sulla vita e la carriera degli illustratori specializzati, forse la prima volta che tale proposito venga dichiarato con una simile evidenza e su un canale di cotanta visibilità, pur limitato a quando lo spazio occupato dal romanzo del mese lo permetterà. A curare la serie di articoli sarà Loris Cantarelli, direttore editoriale del mensile Fumo di China e nostro saltuario collaboratore fin dal 2003, sulla linea del suo apprezzato blog “dizionario-enciclopedico” illustrAutori, quindi almeno all’inizio dedicato agli italiani e attivi nella fantascienza, anche se è facile immaginare che se l’iniziativa avrà successo sarà auspicabilmente replicabile per autori stranieri, vecchi e nuovi, di ambito thriller, fantasy e horror.