Michael Arndt: forse il nome vi è del tutto ignoto (o forse no), eppure la Disney e la Lucasfilm hanno ufficialmente comunicato su Starwars.com che Arndt è lo l'autore scelto per scrivere la sceneggiatura di Star Wars: Episode VII.

 

Ma da dove arriva costui? Laureato alla New York university, le sue prime occupazioni sono state fare l'assistente di Matthew Broderick e lo script reader, ovvero quella figura che legge le sceneggiature proposte alle major per valutarle.

Almeno fino al momento in cui decise di volere scrivere le proprie, il che lo portò al piccolo film indipendente Little Miss Sunshine, col quale vinse il premio Oscar.

Entrato quindi nell'orbita Disney, lavorò alla sceneggiatura di Toy Story 3, che gli valse una nuova candidatura all'ambita statuetta.

Dopo di questo sono arrivati il seguito di Hunger Games, ovvero Catching Fire e il super film di fantascienza Oblivion, dal regista di Tron: Legacy Joseph Kosinski e interpretato dall'impegnatissimo Tom Cruise.

 

Il tutto lo ha portato a questo momento, quando il colosso dietro gli Avengers lo ha scelto per dare forma all'atteso ritorno cinematografico di Star Wars.

Ma attenzione, la cosa non è successa dal giorno alla notte: già da tempo Arndt aveva sottoposto un trattamento di circa 50 pagine alla Disney, la quale lo ha poi scelto come base per la storia di Episodio 7.

 

Come spesso succede negli Stati Uniti, Arndt non sarà l'unico autore a lavorare alla sceneggiatura: dopo di lui verranno quei professionisti chiamati per limare, perfezionare e approfondire il plot fino al risultato finale.

Eppure la casa di Mickey Mouse deve confidare molto nel lavoro di Arndt, in quanto hanno già previsto una data per l'inizio delle riprese, il 2014, l'anno prima dell'uscita nelle sale.

E così, un altro pezzo del puzzle va al suo posto, a presto con le prossime notizie da una galassia lontana lontana...