Il gioco in breve

LE 45 carte, raffiguranti Robot, Armi e Bonus, vengono disposte a faccia in su sul tavolo in una griglia 9x5.

 

In una partita a RoboTroc a turno i giocatori, seguendo precise regole, prenderanno una carta dal tavolo fin tanto che tutte le carte non sono state raccolte.

 

Con le carte raccolte assembleranno un Robot cercando di ottenere il massimo dei punti: prima del conteggio dei punti c'è però una fase di gioco in cui è possibile rubare carte agli avversari.

 

Ogni Robot è formato da tre parti: testa, tronco e gambe e può essere equipaggiato con una sola arma.

 

Ci sono carte bonus che premiano particolari combinazioni e scelte.

 

Non è facile riuscire ad ottenere i pezzi migliori perché, ovviamente, gli altri giocatori saranno impegnati a fare lo stesso e cercheranno di portare via i pezzi più utili.

Contenuto della Scatola

49 carte (9 carte testa, 9 carte tronco e 9 carte gambe per i 9 modelli di Robot diversi, 9 carte arma e 9 carte bonus;  4 carte personaggio), 50 segnalini e le regole del gioco

Il gioco in dettaglio

Dopo avere disposto a caso le carte sul tavolo a faccia in su, formando una griglia 9x5, ogni giocatore sceglie una carta personaggio e la partita ha inizio.

 

Un esempio di disposizione iniziale
Un esempio di disposizione iniziale

 

Ad inizio partita ogni giocatore potrà prendere una carta dal perimetro esterno della griglia e sostituirla con la propria carta personaggio.

 

Nel seguito della partita, nel proprio turno, un giocatore potrà spostare il proprio personaggio in una posizione adiacente nella griglia (orizzontale, verticale o diagonale). Se la posizione è occupata da una carta componente potrà prenderla. Mettere nello spazio lasciato vuoto dalla propria carta personaggio un segnalino (la cui unica funzione è quella di rendere più evidente/riconoscibile la griglia man mano che le carte sono state prese).

 

Nel corso della partita la griglia andrà man mano svuotandosi e i giocatori dovranno stare attenti alle mosse dei propri avversari per non trovarsi isolati e impossibilitati a raggiungere le carte migliori.

 

Il gioco prosegue in questa maniera fin tanto che tutte le carte sono state raccolte.

 

Il valore dei singoli componenti dei Robot varia da 1 a 10 (ma con un maggior assembramento tra il 3 e il 6) e così pure le armi. Alla fine della partita si potrà assemblare solo un robot e dotarlo di un unica arma. In teoria quindi il valore massimo è 40 (testa, tronco e gamba da 10 e arma da 10).

 

Se il gioco fosse tutto qui sarebbe davvero troppo banale.

 

Prima della fese di conteggio dei punti c'è però una fase in cui è possibile rubare carte agli avversari in base al numero di carte arma in proprio possesso. A vivacizzare ancora la partita ci sono le 9 carte bonus che offrono punti aggiuntivi per combinazioni particolari: dal bonus di +15 punti se tutti e tre i componenti del Robot sono dello stesso modello e nessuno vale 10 punti a quello che permette di raddoppiare il valore della carta testa.

 

In una partita a due giocatori non è difficile controllare l'avversario e capire le sue strategie ed il gioco diventa davvero molto "scacchistico" e un po' ripetitivo. Quando si gioca in 3 o 4 giocatori le combinazioni sono maggiori e occorre a volte aggiustare la propria strategia in corsa: decisamente più adatto.

 

Nel complesso RoboTroc è un gioco di carte molto astratto, in cui l'ambientazione si sente davvero poco e le meccaniche non sono neanche troppo originali (lo stesso meccanismo di raccolta carte si era già visto in altri giochi come, ad esempio, Jurassik).